Impianti Allarme
Sicurezza e Antifurto in casa
Portale informativo su i vari
impianti allarme per la casa.

Che cosa è un impianto allarme o sistema antifurto

L’impianto d’allarme è solitamente composto da uno o più dispositivi che consentono di rilevare e segnalare un tentativo di furto.

I sistemi d’allarme possono limitarsi alla sola segnalazione dell’intrusione mediate segnale acustico solitamente dato da una sirena, oppure essere direttamente in contatto con una società di vigilanza.

In quest’ultimo caso oltre al segnale acustico che entra subito in funzione, viene messo anche in moto un sistema di verifica che la società di vigilanza collegata dovrà prontamente mettere in atto.

L'utilita di un sistema di allarme in casa

Gli impianti d'allarme vengono solitamente impiegati per proteggere un ambiente dal rischio di eventuali tentativi di furto.

L'ambiente può essere di volume minimo, come una vetrina, oppure comprendere una intera abitazione o magazzino, nessuno di essi è immune a furti, pertanto è necessario dotarli di adeguati impianti d'allarme per evitare che tali spiacevoli e dannose situazioni si prospettino.

Un impianto d'allarme perché sia efficace e adeguato alle specifiche esigenze deve essere attentamente studiato, così che esso possa proteggere in maniera totale.

Impianti di allarme civili e domestici

Gli impianti d'allarme installati nella abitazioni private solitamente sono composti da un computer centrale il quale viene collegato a sensori periferici che possono essere di vario genere.
Solitamente nei punti di ingresso vengono applicati dei contatti sia sulla parte fissa che quella mobile degli infissi, se il circuito viene interrotto parte il segnale d'allarme.

Questi tipi di contatti possono essere applicati a finestre, porte interne ed esterne, e persino alle ante degli armadi, che possono nascondere al loro interno una cassaforte. I circuiti che portano corrente ai sensori vengono nascosti negli infissi stessi, così da evitare che possano essere visti facilmente.

Un altro elemento che si trova negli impianti ad uso civile sono dei dispositivi che emettono segnali infrarossi o a micro onde, questi consentono una protezione globale dell'ambiente, e se il dispositivo registra delle perturbazioni nelle onde emesse si accende l'allarme.
Questi dispositivi possono essere regolati anche in altezza, infatti alcuni di essi consento il regolare circolare degli animali domestici, senza far scattare l'allarme.

Il computer centrale può essere collegato sia a sirene per l'emissione di forti segnali sonori, che essere programmato per chiamare telefonicamente un elenco di numeri precedentemente immessi dal programmatore durante l'installazione.

Per mettere in funzione, o spengere un impianto d'allarme può essere richiesto l'inserimento di un codice oppure l'impiego di particolari chiavi.

Impianti di allarme a fine industriale e commerciale

Gli impianti d'allarme che vengono installati a livello industriale e commerciale possono essere di vario genere, a seconda dell'ambiente che deve essere protetto gli elementi che andranno a comporre l'impianto possono essere piccoli sensori applicati ad una vetrina, cellule fotoelettriche o sensori di movimento.

Gli impianti antifurto sono quasi sempre collegati a sirene e lampeggianti che entrano in funzione quando uno dei sensori collegati al computer centrale viene compromesso.

Sempre dalla centralina partono poi segnali di allarme sia telefonicamente che tramite ponti radio, a seconda delle impostazioni date ed al tipo di allarme installato.

Emilia Romagna Lazio